RICAMI DI MARMOTTA

Lettori fissi

martedì 17 febbraio 2015

MARTEDI' GRASSO









Ultimo giorno di Carnevale, festa per i bimbi: nei centri commerciali e in qualche teatro raduno e premi per le mascherine più simpatiche. Peccato che nella mia città non si allestiscano più sfilate con i carri...

Noi abbiamo  festeggiato  in casa di amici con  tanti buoni dolcetti della tradizione.



 





                                                                                                                                                 















Quando ero bambina e abitavo in campagna, di Carnevale era tutto un fermento nella grande corte del "Palazzo".  Fin da prestissimo le massaie impastavano, tagliavano, friggevano  castagnole e lattughe: che profumo si sentiva nell'aria!  Tutte allestivano anche  grandi teglie con bombonini, biscotti deliziosi  di tutte le forme, che poi venivano portate al forno della Rosa o a quello più lontano di Carotti a far cuocere. Allora si poteva; le giuste ma limitanti norme legislative non c'erano ancora
 Mia mamma, cresciuta in città, non amava questo trambusto però partecipava volentieri ai preparativi ed era bravissima a friggere. Parola di cognata!



LE CASTAGNOLE E  I BOMBONINI
(le baricule e i  bunbunéen)


.

CASTAGNOLE
Ingredienti: g 800 di farina bianca, g 350 di zucchero semolato, 5 uova, 1 bustina di lievito per dolci , un cucchiaio di burro, un goccio di vino bianco ( o succo d'arancia), buccia grattugiata di un limone non trattato, zucchero a velo, un pizzico di sale, strutto o olio per friggere qb.
Preparazione: fare la fontana con farina,  lievito, sale e zucchero setacciati assieme; unire le uova battute, il burro morbido e  tanto vino bianco (o succo d'arancia)  quanto  basta ad  ottenere un impasto  sodo al giusto.   Fare dei bastoncini della grandezza di grossi grissini, tagliarli, arrotondarli e friggere in strutto, come prevede la ricetta originale, o olio bollenti. Cospargere di zucchero a velo prima di servire.


BOMBONINI
Ingredienti: g 750 di farina bianca 00, g 250 di farina gialla finissima, g 400 di zucchero semolato,   2 uova intere  e 6 tuorli,, g 200 di strutto (o burro), buccia grattugiata di un limone non trattato, succo di 2 arance,  un bicchierino di anice forte, 1 bustina di lievito per dolci, mentine polverizzate a piacere.
Preparazione: Preparare velocemente  con  tutti gli ingredienti un impasto sodo. Stenderlo  a piccoli pezzi  con il matterello sino ad uno spessore di mezzo centimetro e tagliare con stampini di varie forme. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Volendo, prima di infornare, spennellare i biscottini con albume leggermente battuto  e cospargere di zucchero semolato.


LE LATTUGHE
(le latuughe)


Ingredienti: g 500 di farina bianca 00, g 30 di burro, 1 uovo intero e 2 tuorli, 1 cucchiaio di zucchero semolato, 1/2 bicchiere di buon vino bianco secco, 1 pizzico di sale, zucchero a velo, strutto o olio per friggere qb.
Preparazione:  In una ciotola battere le uova, il sale  e lo zucchero a lungo fin che gli ingredienti siano  ben amalgamati. Versarli al centro della farina assieme a burro e al vino bianco impastando per bene. Lasciar riposare per circa trenta minuti poi stenderla in sfoglie sottili, a mano o con la macchina per la pasta. Con l'apposita rotella dividere le sfoglie in quadrati, rettangoli,  forme a piacere e praticare su di queste tagli paralleli diagonalmente alle forme. Far friggere in strutto (o olio) portato alla giusta temperatura, scolare su carta assorbente e servire  le lattughe spolverate di zucchero a velo in abbondanza.







Tutti questi dolci possono tutti essere conservati  al fresco, in scatole di latta,   per più giorni.


7 commenti:

  1. quanti dolci buonissimi!!!! ciao e buon carnevale, dolce!

    RispondiElimina
  2. Io non amo i dolci tipici del carnevale , ma leggere il raccontodel tuo carnevale mi.ha fatto tanto piacere.
    Complimenti per i tuoi bomboloncinie per le chiacchiere ( lattughe )!

    RispondiElimina
  3. slurp che bontá!!!!
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina

  4. "O que mais importa não é correr, mas prosseguir com determinação.Aos poucos, chega-se longe.Devagar
    também se chega lá.Então, vamos." (Marcio Mendes)
    Linda semana, fica com Deus!!!
    Beijos Marie.

    RispondiElimina
  5. Quante cose belle e buone. Manderei volentieri all'aria la dieta

    RispondiElimina
  6. Que Deus te dê um esplendoroso dia, com raios luminosos que te possam clarear os olhos para ver o quanto és importante. Deus Pai te fez assim: mulher importante e figura do próprio amor. Ele te moldou como uma rosa: forte e justa como os espinhos, linda e suave como as pétalas. (fonte:aqui)

    FELIZ DIA INTERNACIONAL DAS MULHERES!
    Um doce abraço, Marie.

    RispondiElimina

Grazie per il gradito commento!